laboratorio di coaching
           
IL BLOG DI COACHING LAB Home  |  Blog  |  BUSINESS EVOLUTION - LE STRATEGIE DEL FARE IMPRESA NEI PROSSIMI ANNI
Gli Articoli del nostro Blog


BUSINESS EVOLUTION - LE STRATEGIE DEL FARE IMPRESA NEI PROSSIMI ANNI
   

In uno scenario nazionale ed internazionale in continuo mutamento sembra sia sempre più difficile poter fare impresa, e ancor più fare impresa producendo profitti.

La situazione Italiana poi sembra essere tra quelle maggiormente compromesse nel contesto Europeo, complice anche azioni di Governo non sempre adeguate a supportare imprese ed aziende nella loro crescita e/o ampliamento. La burocrazia, i costi del lavoro eccessivi, la tassazione, la paura del cambiamento sono tra i principali fattori che bloccano di fatto molte iniziative imprenditoriali.

Ma queste paure, che di fatto chiameremo le PROFEZIE CHE SI AUTOAVVERANO, non fanno altro che alimentare ancor di più la sfiducia completa nel mercato e la scarsa propensione degli imprenditori a proseguire nel loro percorso di investimenti.



Ma questo è uno scenario apocalittico che non accetto e non intendo assolutamente fare mio!  La nostra realtà di Consulenza, che nel 2020 compie 20 ANNI, è da sempre stata in grado di affrontare le sfide ed accettare il cambiamento, permettendo una crescita costante negli anni sempre a due cifre.

Questo non è il frutto di alchimie strane o di semplice fortuna ma di alcuni ingredienti OPERATIVI sui quali abbiamo sempre puntato e verso i quali proponiamo le nostre attività di consulenza alle Aziende, aiutandole così a crescere e ad affrontare più agevolmente le sfide.

Quali sono questi ingredienti? Li possiamo dividere in quattro grandi SFIDE:

1.     INNOVAZIONE DI PRODOTTO DI PROCESSO E DI CULTURA – OVVERO ESSERE LEAN

2.     SVILUPPO DEL CAPITALE INTELLETTUALE E QUINDI DELLE RISORSE

3.     INVESTIMENTI IN MARKETING

4.     FOCUS

1)     L’INNOVAZIONE E’ LA PIU’ GRANDE ED IMPORTANTE SFIDA: Innovare significa adattarsi alle nuove tecnologie, implementare nuove soluzioni produttive più efficienti, abbandonare i vecchi schemi e soprattutto dimenticare la vecchia cultura dell’abbiamo sempre fatto così. Questa difficoltà la si incontra soprattutto nelle imprese padronali/familiari dove si vive a volte con molto disagio il passaggio generazionale. Da una parte figli schiacciati dai loro padri e dall’altra figli incapaci di prendere le redini di aziende avviate. Ma in entrambe i casi il risultato non cambia …….  Le aziende LEAN / INNOVATRICI sono quelle che lanciano almeno un prodotto o servizio nuovo sul mercato ogni anno. Ogni prodotto o servizio nuovo va a colmare specifiche esigenze o quote di mercato che fino a ieri erano inespresse.

2)     LO SVILUPPO DEL CAPITALE INTELLETTUALE è l’altra importante sfida verso la quale le aziende devono fare il salto di qualità, ovvero incrementare il livello di COMPETENZA delle risorse al fine di affrontare le diverse sfide che i nuovi mercati richiedono ( Lingua, sw, metodi di produzione, LEAN SOLUTIONS, ecc. Lo sviluppo delle risorse deve passare attraverso una formazione continua, una costante crescita delle specifiche competenze ed un allineamento alle continue e mutevoli necessità del mercato.

3)     INVESTIMENTI IN MARKETING: Una definizione moderna dell’imprenditore è che egli deve essere un ESPERTO DI MARKETING CHE SA LEGGERE UN BILANCIO ( Citazione FRANK MERENDA ).  Ciò significa che ogni Azienda DEVE necessariamente avere un sistema interno di Marketing, e quindi anche risorse disponibili, (che chiamiamo investimenti) per poter programmare nel tempo azioni concrete di penetrazione nel mercato. Fare Marketing vero significa investire soldi, tempo, energie con un Vision di ritorno sull’investimento non immediata ma basata sul medio – lungo periodo 3-5 anni. E’ pertanto necessaria tanta forza di volontà oltre che di DETERMINAZIONE oltre che di qualche spicciolo. Considerate inoltre che le Aziende del settore BIG PHARMA o altre BIG COMPANY investono circa 1 terzo dei loro ricavi in marketing.

4)     FOCUS : l’azienda vincente deve essere assolutamente FOCALIZZATA su ciò che è in grado di fare veramente, senza disperdere energie in attività ( prodotti o servizi ) a basso o nullo valore aggiunto. Ciò che non rende va eliminato semplicemente perché inquina ciò che invece funziona. Noto invece che in molte aziende vi è la tentazione di fornire servizi o prodotti a 360 gradi (io lo chiamo di tutto un po' ) ma in gergo tecnico si chiama ESTENSIONE DI LINEA , e questo è controproducente in quanto porta ad un fatturato effimero, erodendo invece i ricavi veri.

In sintesi, queste sono le 4 SFIDE o i 4 ASSET che le Aziende dovrebbero implementare da subito al fine di non essere schiacciate da questa fantomatica crisi. E queste 4 SFIDE richiedono che alla base vi sia una forte VOLONTA’ DI CAMBIAMENTO, senza la quale si rischia di rimanere intrappolati nel solito fango.

Io dico che OCCORRE AVERE LA CAPACITA’ DI BRUCIARE LE NAVI IN PORTO E DI INIBIRE COSI’ QUALUNQUE POSSIBILITA’ DI RITORNO ALLO STATO PRECEDENTE.





COMMENTI:



INSERISCI UN COMMENTO: